PERCORSOFORMATIVO DI ISTRUTTORE YOGA

Negli ultimi anni è cresciuto molto l’interesse verso la filosofia e la pratica dello Yoga.Oggi sono in tanti a manifestare questo interesse, al punto che la pratica dello Yoga si è diffusa negli ambienti più vari: palestre, centri sociali, circoli privati, circoscrizioni, scuole pubbliche e perfino parrocchie propongono ed organizzano corsi. Perciò è aumentata anche la richiesta di personeadeguatamente preparate che sappiano insegnare Yoga.

Il CORSO DI INSEGNANTI YOGA

Il nostro CORSO DI FORMAZIONE PER INSEGNANTI YOGA si rivolge sia agli aspiranti insegnanti di Yoga sia a coloro che desiderano un accostamento teorico e pratico più approfondito con lo Yoga, intendendo con ciò svariati metodi di autosviluppo e autorealizzazione psico-fisico-spirituali, non limitati alla conoscenza e alla pratica del solo Hatha Yoga, che è attualmente la forma di Yoga da noi più conosciuta e richiesta e tuttavia non la sola possibile.
La caratteristica di questo nostro corso rivolto ai futuri insegnanti yoga è quella di “guardare al futuro” poiché, di fatto, è vero che lo Yoga è sempre più apprezzato, richiesto e conosciuto ma, al tempo stesso, il settore dell’insegnamento va via via inflazionandosi dal momento che, ogni anno, gli insegnanti sono
sempre di più.
Colui che riuscirà ad ampliare e a completare la conoscenza dello Yoga con altre discipline integrative in affiancamento, oggi disporrà di una preparazione ben più solida e vasta della media.

NOTE PROFESSIONALI PER INSEGNANTI YOGA

Quali leggi regolamentano la figura dell’Insegnate di Yoga e dell’Istruttore di Pilates?
Le attività di Insegnante Yoga e Istruttore Pilates, pur se diffuse a livello internazionale, in Italia non sono regolamentate, pertanto non esistono percorsi formativi univoci e codificati a livello nazionale, né esistonoalbi ufficiali di settore.
Per questo motivo possono essere REGOLARMENTE praticate dopo aver frequentato un qualsiasi percorso di formazione presso una buona scuoladi Yoga e Pilates, seguito da un adeguato periodo di training.
Che valore ha l’attestato/certificato?
La nostra scuola forma insegnati Yoga da più di 10 anni ed è conosciuta e apprezzata a livello Nazionale. Seguire un corso presso una scuola conosciuta dagli operatori del settore è l’unica garanzia di qualità e serietà del percorso di formazione seguito.
L’attestato è importante perché è l’unico modo che i centri yoga, le palestre e le aziende hanno per valutare “ex ante”la qualità del tuo curriculum vitae e della formazione ricevuta. È sottinteso che il periodo di prova sarà il vero esame, qualsiasi sia il percorso di formazione scelto.

IL NOSTRO APPROCCIO ALLO YOGA

Lo Yoga è un’antica Arte e Scienza umana le cui finalità essenziali sono l’espansione della Coscienza e il risveglio delle potenzialità inespresse dell’individuo. Altri importanti e più facilmente raggiungibili obiettivi sono l’equilibrata integrazione fra i diversi aspetti della personalità, la Salute e il benessere psicofisico, oltre
a un trend di vita più consono ai ritmi della Natura.
L’enorme popolarità conseguita dallo Yoga nel tempo ha dato origine via via, com’era purtroppo inevitabile, a una numerosa serie di “imitazioni”e di volgarizzazioni che di “yoga”presentano soltanto il nome (neppure l’aspetto!), dato che, come ogni buon esperto di marketing sa, un’etichetta di richiamo aiuta sempre a vendere bene un prodotto.
Personalmente, ci dissociamo da questo “sfruttamento selvaggio”e, per quanto riguarda il contenuto del nostro (per)corso, rifiutiamo i rifacimenti e le imposture, preferendo riferirci esclusivamente alla Matrice classica ed originaria dello Yoga, e non alle sue mistificazioni in salsa “moderna”, più vicine al Fitness che allo Yoga (senza per questo voler togliere nulla al fitness).
Inoltre, il nostro approccio allo Yoga non si basa sull’apparire folkloristico, ed è assolutamente laico, indipendente e non settario. Lo Yoga è, o dovrebbe essere, un percorso individuale e soggettivo, e come tale rifugge uno sviluppo personale uniforme, contenuto e massificato in seno a un’organizzazione.

STRUTTURA DEL CORSO

Il corso di formazione per Insegnanti Yoga si propone in due moduli annuali.
Poiché i rispettivi programmi sono indipendenti tra loro, si può iniziare indifferentemente da uno dei due, secondo quale di essi è proposto nell’anno in corso, e concludere con un esame teorico/pratico alla fine del proprio biennio.
III ANNO INTEGRATIVO (Facoltativo): è possibile integrare il programma con un terzo anno. Ciò offre sia il vantaggio di specializzarsi, sia di raggiungere cosìunmonte-ore triennale che potrà tornare utile nell’eventuale ordinamento del settore.

PROGRAMMA DI INSEGNANTI YOGA MODULOHATHA YOGA – RAJA YOGA

  • INTRODUZIONE ALLO HATHA YOGA

    Il sistema del Raja Yoga secondo Patanjali, o “AsthangaYoga”; Le basietiche e filosofiche dello yoga: Yama & Niyama (condottamorale, purificazioni e osservanze); la legge del Karma e del Dharma; il principio di Evoluzione; la teoria della reincarnazione e i diversi “piani”di esistenza; filosofia e mistica dello yoga; le tecniche mentali dello Yoga; Lo “yoganidra”: unapotente tecnica yogica di distensione totale.

  • TECNICHE DI RILASSAMENTO PSICOSOMATICO

    Che cosa è il rilassamento. I tre livelli della distensione. Gli esercizi di controllo della tensione. Le posizioni adatte al rilassamento. Le principali tecniche di distensione: il rilassamento progressivo; l’approccio del training autogeno; l’approccio sofrologico. Rilassamento e meditazione. Le tecniche “rapide”per rilassarsi ovunque. Il rilassamento dinamico. Visualizzazione: l’uso delle immagini distensive.

  • PRANAYAMA: L’ARTE E LA SCIENZA DEL CONTROLLODEL RESPIRO

    Introduzione alla scienza del respiro. I ritmi respiratori e i loro effetti psicofisici. Pratiche respiratorie per la salute e la vitalità. Le tecniche per sedare e per caricare. Respirazione e guarigione. Respirazione, meditazione e ricerca interiore. Respiro e stati di coscienza. Tecniche respiratorie progredite. Prana vidya, l’
    orientamento del prana. Tecniche respiratorie curative. Alchimia dello Yoga: la trasformazione delle energie.

  • LO YOGA DELLA MENTE: CONCENTRAZIONE E MEDITAZIONE

    Dalla concentrazione alla meditazione. Benefici della meditazione. I dueapprocci fondamentali: la scuola mistica e la scuola laica. Gli stati di coscienza e le onde cerebrali. Mente conscia, inconscia e supercoscienza. L’io e il Sè. Preparazione alla meditazione: ambiente esterno; le posture per lameditazione; gli aiuti fisici; gli ostacoli alla meditazione. Le tecniche: concrete e astratte- attive e passive. Meditazione concreta attraverso i sensi fisici. Meditare nell’azione: l’autosservazione. L’uso dei mantrae del controllo respiratorio.

  • PSICOLOGIA DELLO YOGA & CONTROLLOMENTALE

    IlMondo dellaMente e il PianoAstrale. Le leggi del pensiero. Che cos’è l’igiene mentale. La purificazione del cuore e della mente. L’importanza dell’inconscio, e come guidarlo per non esserne guidati. Essenzadel “pensare positivo”. La tecnica dell’autosuggestione e delle affermazioni. Che cosaè la “programmazione
    mentale”. Suggestione, dinamicamentale, psicocibernetica & autoipnosi. L’arte di raggiungere ed utilizzare consapevolmente il ritmo “alfa”del cervello, unitamente alle tecniche di visualizzazione, pensiero ed affermazioni positive, allo scopo di produrre modificazioni profonde nel proprio “io”e guidare la propria
    esistenza verso le propriemete con efficacia e decisione. Il Viaggio della Vita: come stabilirne la destinazione e l’arte di raggiungerla.

  • HATHA YOGA: PERFEZIONAMENTO DELLE ASANA

    La ricerca del “punto 0”. La progressione nell’esecuzione dell’esercizio. Fase di interiorizzazione nella posizione di partenza. Movimento per raggiungere l’immobilità. Fase statica. Movimento speculare di ritorno. Fase di assimilazione. Le posizioni estreme. Dal “punto 0”alla posizione rovesciata. Baricentro ed
    equilibrio. Capovolgere il proprio baricentro. Luso della capacità immaginativa. Le leve. I fulcri. La base di appoggio. forza di gravità. Pesantezza. Leggerezza. L’alto del corpo: sequenze per la parte superiore. Il basso del tronco: scioltezza legamentare delle anche e del bacino. L’insieme della colonna vertebrale. Presa di
    coscienza della colonna. Le posizioni di torsione. Il saluto al sole. Lo stiramento della faccia ovest (la parte posteriore del corpo). Presa di coscienza della posizioni in piedi. Gli allungamenti. Asana classici. La condizione edenica di centratura.. Consapevolezza interna-esterna. Consapevolezza Sintetica del corpo.
    Consapevolezza analitica delle varie parti del corpo. Consapevolezza del centro psichico. Consapevolezza stimolata dallo stiramentomuscolare. Consapevolezza e non consapevolezzanella fase di riposo. Consapevolezza tra una posizione e l’altra. Consapevolezza attiva. Consapevolezza reale.

  • HATHA YOGA: PERFEZIONAMENTO DELLE ASANA E DEL RESPIRO; L’ARTE DI COMPORRE SEQUENZE DI ESERCIZI YOGA

    La meccanica fisiologica. La progressione fisiologica. La progressione respiratoria. Avvicinarsi alla percezione del respiro. Pranayama nelle asana. Ritmo personale. Respiro spontaneo. Respiro potenziale. Centratura nel respiro. esperienza dei vari tipi di immobilità. Rilassare i muscoli antagonisti. Centratura nel pensiero. Il circuito del pensiero corporeo.Dare uno scopo al lavoro della mente. La vera immobilità come conseguenza della consapevolezza mentale. Dall’inerzia di tamas al movimento, alla velocità all’azione. Ahamkara: la forza gravitazionale psichica. Allungamento e tonificazione. Contrazioni e movimenti riflessi innati. Posture e movimenti automatici. Memorizzazione degli schemi. Percezione erronea delle posizione e degli schemi mentali. Accentuare il difetto per percepirlo. Allenamento a rilasciare le tensioni. Pesantezza e galleggiamento. Percezione erronea dei movimenti. Durata delle posizioni: 30”, 3′, 6′, 15/30 minuti.
    Preparazione dinamica alla posizione.Movimento rapido, lento, ultrarallentato. La suddivisione del movimento. La posizione con la respirazione intensa. La posizione con la respirazione leggera. L’asse spaziale verticale. Elasticità e rilassamento muscolare. La percezione ossea: precisione e dettaglio.
    Determinare il baricentro. Determinare l’allineamento dei pesi del corpo. La spinta di crescita. Il fulcro e il punto peculiare. Punto peculiare e azione psichica. Ricerca e modificazione del fulcro della posizione. Il livello di interiorizzazione e la meditazione. Krama, la progressione. La sequenza come ritmo di posizioni di
    apertura e di chiusura.

MODULOKUNDALINI YOGA –YOGA TERAPEUTICO/CORRETTIVO

  • INTRODUZIONE ALLO HATHA YOGA E ALLE POSTURE

    Cenni generali sui principali tipi di yoga.Gli scopidello yoga. Yoga per l’oriente e yogaper l’occidente. Le sequenze preparatorie (rafforzamento, sciogimento, ecc.). Asana – livello base di pratica: le posture dello yoga (teoria e pratica). Modalità di composizione delle sedute di asana.

  • KUNDALINI YOGA ESOTERICO e INTRODUZIONE AL TANTRA

    Il Kundalini Yoganella sua forma più profonda, e quindi esoterica, è costituito essenzialmente da specifiche pratiche destinate alla purificazione e all’attivazione dei Chakra e al risveglio dell’Energia Sacra Evolutiva, Kundalini, denominate Kriya (perciò è spesso definito, alternativamente, come “Kriya Yoga”).
    Queste pratiche, i Kriya, fondono e riassumono insieme diverse pratiche classiche dello Yoga, qualimudra, asana, pranayama, banda, ed anchemantra – il tutto coordinato da una profonda interiorizzazione, o concentrazione interiore.
    Lo stage è dedicato, dunque, alla parte meditativa ed evolutiva del Kundalini Yoga, con particolare attenzione alle pratiche sui chakra.
    Questa parte del programma ci introdurrà alla comprensione dello Yoga Tantrico, la parte più autoctona dello Yoga, che ha dato origine ai sistemi Hatha, Kriya e Kundalini, spesso conosciuto e interpretato superficialmente in Occidente come una sorta di “Yoga del sesso”. Il Tantra è un sistema di vita, unmodo di vedere ilmondo e l’essere umano, che insegna a rendere Sacra l’esistenza in tuttele suemanifestazioni, e quindi a spiritualizzarla, attraverso varie tecniche e mediante lo sviluppo della Consapevolezza Interiore.

  • ELEMENTI DI YOGATERAPIA

    Molti esercizi yoga, soprattutto semessi in sequenza, hanno in se stessiun notevole potenziale terapeutico, utile sia per trattare e risolvere i più disparatidisturbi psicofisici che per assicurare all’allievo energia, vitalità, forza, equilibrio, longevità, giovinezzae unamente salda, forte, acuta e concentrata. È su questi specifici
    aspetti, oggimolto richiesti, che ci soffermeremo in questidue incontri.
    Teoria:
    I principi dello Yoga Cikitsa; Importanza della prevenzione; Che cosa è la malattia; I 5 corpi; Rapporto tra Micro e Macrocosmo; Il Prana e i Vayu; La teoria dei 5 elementi; Nadi e Chakra; I Guna: sattwa, rajas e tamas; Le patologie più comuni.
    Pratica:
    Asana, pranayama, kriya per:
    – disturbi del sistema nervoso (ansia, depressione, stress, insonnia, instabilità emotiva, cefalea)
    – disturbi del l’apparato respiratorio ( asma bronchiale, sinusite, rinite allergica, bronchite cronica)
    – disturbi dell’apparato digerente ( stitichezza, gastrite, colite spastica)
    – disturbi dell’apparato cardio-circolatorio ( tachicardie, aritmie psicogene, ipertensione e ipotensione
    arteriosa, varici degli arti inferiori)
    – disturbi del sistema osteo-muscolare ( artrosi, scoliosi, cifosi, iper e ipolordosi, discopatie)
    – disturbi del sistema genito-urinario (disturbi del ciclo mestruale, cicli irregolari, mestruazioni dolorose,
    amenorrea, ipomennorea, ipermenorrea)
    – disturbi della vista
    – Mantra e yantraper la guarigione

  • YOGA DINAMICO, YOGA PER I MERIDIANI, YOGA PER GLI ORGANI INTERNI & YOGA POSTURALECORRETTIVO

    Lo YOGA DINAMICO, o OKI YOGA, si fonda sugli insegnamenti del maestro giapponese MASAHIROOKI, che ha dedicato la sua vita alla ricerca dell’essenza della natura umana e, dopo anni di ricerche e di pratiche, ha sviluppato un sistema unico di yoga in movimento, che stimola la naturale attività della forza vitale e agisce sia sul piano fisico che su quello mentale. Lo OKI-DO YOGA è una sintesimoderna di svariate discipline e tradizioni: yoga indiano, buddismo zen, medicina tradizionale cinese e medicina occidentale. È basato sull’idea che la vera salute e conoscenza sorgono dal risveglio di una profonda saggezza interiore; secondo lo Oki-Do Yoga la salute e la malattia non sono concetti opposti: anche la malattia è manifestazione della forza vitale che è dentro ognuno di noi. Per questo occorre collaborare con la naturale attività della forza autoguaritrice. Le pratiche dello Oki Yoga includono gli aspetti essenziali per conseguire un corretto ed armonico stile di vita:movimento, respirazione, dieta, sviluppo e coordinamento mente-cuore.
    Costituiscono anche un sistema di guarigione e di sviluppo personale. Sul piano fisico, lo Oki Yogamigliora il funzionamento degli organi interni, rafforzando la regione diaframmatica e l’Hara, ed aiuta a correggere le deviazioni della colonna vertebrale e del bacino, nonché ad attivare il sistema endocrino e nervoso. È, in
    definitiva, una pratica totale per il corpo e per lo spirito, il cui scopo è di creare benessere e gioia di vivere, in modo che ogni essere umano possa manifestare al massimo le proprie capacità, con spirito di collaborazione verso gli altri. Se praticato accuratamente, è capace di produrre cambiamenti profondi e di portare il corpo e la mente ad uno stato naturale di rilassamento.
    Durante il corso esploreremo i differenti aspetti dello Oki Yoga, fra i quali: asanas, esercizi di purificazione, esercizi correttivi, pratiche specifiche per equilibrare e rafforzare i vari organi interni (cuore, fegato, reni, eccetera..), Yoga a coppie e in gruppo. Inoltre, si imparerà come ottenere il massimo dall’alimentazione
    giornaliera, adattandola ai propri bisogni personali ed all’ambiente.

  • PROGRAMMA di ANATOMIA E FISIOLOGIA

    – Apparati e sistemi
    – Anatomia e fisiologia dell’apparato osteo –articolare e connettivale
    – Anatomia e fisiologia dell’apparato muscolo tendineo
    – Anatomia e fisiologia dell’apparato respiratorio
    – Anatomia e fisiologia dell’apparato cardio –circolatorio e linfatico
    – Anatomia e fisiologia del sistema nervoso centrale e periferico
    – Cenni di anatomia e fisiologia dell’apparato digerente e sistema endocrino

PERFEZIONAMENTO YOGA ED AVVIO ALL’INSEGNAMENTO

In quest’ultima tappadel nostro “viaggio” cercheremo di arricchire, di completare e di riassumere tutto il Iavoro svolto negli stageprecedenti. Altri aspetti trattati: come proseguire lo studio e la propria formazione; come preparare delle seduteyoga complete; come condurre un corso per vari livelli; come gestire un
proprio centro; come insegnare presso strutture esterne; aspetti fiscali e giuridici dell’attività grave.
Al fine di conseguire l’abilitazione all’insegnamento delle tecniche yoga, per coloro che concludono il secondo anno di corso è prevista una prova finale orale ed una pratica.

INFORMAZIONI SUL CORSO

DOCENTI

ROBERTA BOLETTIERI
MARILENA CAPUZZIMATI
VITTORIOCALOGERO
ACHILLE BOTTIGLIERI

DURATA

1° Anno: 7 weekend.
2° Anno: 7 weekend + esame

AL TERMINE DEL SECONDO ANNO

Prova Finale: per conseguire l’abilitazione lo studente dovrà tenere una conversazione sullo Yoga e la conduzione di una lezione pratica.

ATTESTATO

Al termine del biennio verrà rilasciato un DIPLOMA ABILITATIVO di Istruttore YOGA.

A CHI SI RIVOLGE

Il Corso è aperto a tutti, sia a chi è interessato all’insegnamento della disciplina, sia a chi desidera conoscere ed approfondire lo Yoga e fare l’esperienza di una pratica intensiva e concentrata. Gradita una conoscenza di base dello Yoga.

MATERIALE DIDATTICO INCLUSO

Sono inclusi nel costo alcuni libri e molte dispense sulle diverse branche dello yoga:materiale per lo più inedito o fuori edizione.

OCCORRENTE

Abbigliamento molto comodo, tipo tutada ginnastica, e materiale per appunti.

FREQUENZA

Eventuali stage perduti possono essere recuperati l’anno successivo

COSTO E PAGAMENTO RATEALE
I NOSTRI PREZZI SONO TRASPARENTI

Non vi sono “tasse d’esame”, spese aggiuntive per il diploma, tasse annuali da rinnovare, e il materiale didattico è incluso nel costo, non dev’essere pagato in aggiunta.

SERVIZIO PER I CORSISTI ABILITATI

In base alle domande e alle sollecitazioni pervenute presso il nostro centro, gli insegnanti diplomati che sono interessati saranno indirizzati verso l’insegnamento presso varie strutture (palestre, associazioni, centri benessere ecc.): abbiamo richieste ogni anno da soddisfare. Questo servizio é gratuito per i nostri studenti ed è, ovviamente, comminato sulla base di una effettiva richiesta esterna.